Inciucio? No, è una staffetta!

I leghisti vanno aiutati a casa loro

Dalle ampolle ai manga(nelli) il passo è lungo oltre 20 anni: il buon Umberto declamava “la Lega ce l’ha duro”, mentre l’epigono Capitan Futuro twitta “io non mollo di un centimetro”. Cambiano i tempi le misurazioni e i kit di analisi.

Dai graffiti nelle toilette degli autogrill oggi siamo ai social: come nella canzone ormai passata di tale Valeria Rossi bastano tre parole. Perché mettere assieme un discorso gli è ostico. Ieri Gigino Di Maio lamentava che la Lega a volte è insopportabile: quando conoscerà i leghisti gli sparirà anche l’eterno sorrisetto effetto paresi.

A proposito di Gigino, ha ricevuto il penultimatum dal Capitano, quello del mercoledì: o comando io o comando io.  Giovedì ne avrà un altro: o ti sottometti tu o ti sottometti tu. Nel frattempo il Carroccio sarà cresciuto altri venti punti (di sutura), vista la situazione nelle sezioni del partito.

E intanto si procede a slogans: il più ambito dai fan di Salvini è ‘zecca tedesca’, e andarlo a cercare quando si conosce a malapena l’italiano è durissima. Anche ‘è finita la pacchia’ gira molto sulle bacheche dei fan, i quali molto spesso non sanno quel che si dicono, ma Lui li perdona sempre.

D’altronde per i prossimi trent’anni il ministro dell’Interno sarà un titolo ereditario, e con esso, chi se ne farà onore e onere dovrà imparare a memoria quell’enorme tomo detto Le Scuse. Denominazione completa: Il libro delle Scuse, ovvero tutte le discolpe prima che venga commesso il fatto così quando è commesso basta consultare la lista e la giustificazione è bell’e pronta.

Esempio pratico: il figlio di Renzi fa un giro sulla moto d’acqua  della Polizia? Renzi dimettiti! È il mantra di tutta la comunicazione leghista per almeno 10 giorni. Condiviso e ritwittato da decine di migliaia di account fake fino alla nausea.

Il figlio di Salvini fa un giro sulla moto d’acqua della Polizia? Un errore da papà! Et voilà, per  l‘immensa gioia dei leghini da tastiera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*