E buio fu!

Le sciure Lega Sanremo, la popolare tranvata 56 a 0, e una First Lady

Al momento risultano soltanto manovre sotterranee, però tra poco la campagna elettorale regionali2020 si paleserà in tutta la sua sfolgorante rompitudine di ball, Sanremo compresa. La situazione? Confusa e felice, more solito. Cercherà, il vostro amatissimo Super Redattore, di farne il punto, combinando un pasticcio, more solito.

Dunque, in casa centro sinistra les jeux tra Dem e 5Stelle sono in altomare, per di più sorge radiosa all’orizzonte l’Italia Viva dell’iRenzi, a fare da terzo incomodo nel flirt tra i due partiti di maggioranza governativa. Sanremo conta un consigliere grillino, il quale, dopo essersi prodotto in un solo comunicato stampa datato 1968, non ha più dato notizie. Le solite voci maligne mormorano che quello seduto in seduta sia un robot giapponese cui tengono aperti gli occhi (cosa piuttosto difficile, vista la provenienza) con due stecchini di legno.

Zona Dem: qui devo parlarne benissimo per fare incavolare i destrorsi. Ovvero gente destrimana che verrà in loco a proclamare: ma te, Renata, sei stata coi 100, poi con la Lega e adesso stai con Cannoletta.  Sicché:

  • La moglie di Cannoletta m’ha sfidato a duello al prossimo Palio delle Capre di Mendatica (prima il sindaco non mi fa avvicinare)
  • Sergio Tommasini, ipoteticamente carissimo amico del tipo che verrà qui a pontificare quanto sopra, è stato con: Leonardo da Vinci , Gruppo dei 100, 100x100Sanremo, Sanremo Popolare. Ma quella che non sa dove stare sarei io. Che, tra l’altro, sono tutto fuorché amministratore e politico. Comunque onore al merito tommasiniano: uno che preso la tranvata 56 a 0 e si definisce ‘popolare’ è un eroe contemporaneo.

Dunque, in casa centrodestra le cose vanno perfettamente, manco Greenwich è così allineato.  Spaccature? Ebbeh un po’ i caba li spaccano, ma so’ ragazzi, finisce tutto a sardenaira e goti de vin. Invece la nota interessante è quella che arriva dritta dritta dalla Lega: le donne leghiste! ‘Orcocan le leghiste! Lady over 50 assatanate per il capitano, talmente in tempesta ormonale che saltano fuori ormoni che se li vede l’Inps gli sospende la reversibile. Le noti ai banchetti, però bisogna andare fuori Sanremo, a Sanremo dopo che Marco Siccardi s’è guardato allo specchio e s’è sputazzato in un occhio da par lu, i banchetti non li fanno. Giusto un paio l’anno.

E allora le verdi cougar si piazzano lì e le telecamere si spengono da sole perché la botta è notevole. Ma. L’aiuto che danno alla sanità pubblica ripaga di tutto: basta passar loro davanti e ti fanno una Tac che nemmeno al Cedar Sinai di Los Angeles! Sei pregato, gentile flaneur, di accettare il volantino che ti mettono in mano, pena una discesa di santi&madonne che nemmeno nelle osterie di Portogruaro.

Leggenda metropolitana vuole che un giovin ignaro s’appropinquò ad un gazebo un die di festa e si fece scappare un sommesso Belin la babbionaggine! Ebbene del tale s’è ritrovato solo il dito marmellino, incastrato in uno scoglio del molo vecchio. E nel dito marmellino c’erano appiccicati un bicchiere di mojito e un martello con scritta sul manico: Non si molla di un centimetro!

Epperò, si sarebbe dovuta fare accurata analisi del periodo elettorale. Epperò, a me mi pare che più accurata di così …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*