Il mentalista della rumenta: A Sanremo arriva the rumentalist!

Il mentalista della rumenta: a Sanremo arriva the rumentalist!

(the rumentalist, quando la scienza fa il suo ingresso a palazzo Bellevue)

La rubrica Scrivi al Redattore  durante i mesi di luglio e agosto. Sospesa nel senso che sta a mezz’aria indecisa se buttarsi o no. Non si butterà perché, data la situazione rumenta in quel di Sanremo, non vuol fare la fine del nostro amico Jonathan. Jonathan ha scritto al redattore: è disperato. No, non il redattore, Jonothan. Anche se a dire il vero il redattore disperato lo è una cifra.

Jonathan chi sei?

Ciao redattore, sono Jonathan. L’unico gabbiano sanremasco rimasto in città. Io e la mia famiglia siamo allo stremo delle forze: non ne possiamo più.

Di cosa?

Gestione rumentologica, anzi rumentillogica. Intollerabile. Ho due figli piccoli, mia moglie, Manin de Gaggian, non sa più dove portarli a giocare! Ci sono topi ovunque!

Ma  voi i topi li fate a pranzo con lo zemin!

Lo so, caro redattore, ma sempre topi sempre topi sempre topi. Voglio dire: una bistecca da un etto come quelle che mangiava Cannoletta da bambino a noi… (Jonathan, a noi in Italia è apologia di fascismo) … Cannoletta da bambino quando ci tocca?

Mi sembri mio cugino:

Quello di sempre figa sempre figa sempre figa. E poi non ne vede dal Medioevo. Comunque, Gentile Lettore gabbiano Jonathan, veniamo a noi. Ops, a noi non si può dire, è apologia di fascismo. Veniamo al dunque: la mano è sfuggita dalla situazione. Hai seguito il Consiglio Comunale di ieri sera?

Eh ma il rumentalist, l’esperto che legge nel pensiero dei sacchetti della rumenta:

L’hai notato anche te, Jonathan? Somiglia un tot a Nocita. Sembrano gemelli. Anyway, l’Aamaie ha presentato questa nuova figura di esperto. Un mentalista specializzato in rumenta, cioè: the rumentalist. Allora: ‘sto qua si mette a fissare un sacchetto, dopo un’ora ti dice che è giallo e serve per la plastica.

Un momento, son gabbiano ma mica scemo, fin lì c’ero arrivato anche io!

Te sì, ma loro no. Proseguo: the rumentalist passa a fissare i sacchetti grigi e dopo due ore dice che sono i sacchetti dell’indifferenziata. Poi fissa i sacchetti dell’organico e qui si vede tutta la sua bravura.

Sarebbe a dire?

Sarebbe a dire che i sacchetti dell’organico li vede solo lui! Capisci che cervello! Una scheggia! Interi li vede solo lui, noi come li guardiamo si aprono in due. Lui, seppure per mezzo secondo, li vede interi! Indi il tizio presterà la sua opera per la modica cifra di euro un miliardo al mese.

Un miliardo al mese! Ma neanche se la rumenta si raccogliesse da sola!

Epperò Nocita è proprio quello che si credeva: che la rumenta ci andasse da sola. Visto che lui ce lo mandano gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*