Mineo o Cara

Mineo o Cara

(meglio un morto in casa che il redattore all’uscio)

In regime normale l’è il babbo a redarguire il su’ figliolo: dì la verita, tutta la verità. In questa miseranda epoca nostra l’è proprio l’esatto contrario. L’è il figliolo che lo rammenta al babbo. Però c’è anche da dire che la famigliola in questione un’è una famigliola qualunque: sò i Renzi, pater et filius.

Il dire la verità è riferito ai magistrati. Lo si è intuito dalle intercettazioni telefoniche in ambito Consip o Contelecom che è più adatto,  tra i due in data 2 marzo 2017. IrRenzi junior predicava a irRenzi senior Babbo codesto nun è’n giuoco, devi dire la verità, solo la verità.

Ora, Gentile unico Lettore, irRenzi sr. la verità gli fa male lo so, infatti quando deve dirla spesso si appoggia al mall perché gli piglia mal. Però il su’ figliolo raccomanda Devi ricordarti tutti gli incontri e i luoghi, non è più questione della Madonnina e del giro di merda di Firenze per Medjugorje.

Eh? La beata fava di chi ‘un capisce sega!

Anche il Gentile MichelAnto nun ci ha capito ‘na mazza! Adesso: cosa vuol dire ‘non è più questione della Madonnina e del giro di merda di Firenze per Medjugorje? IrRenzi jr parla di gogna mediatica. Ma ‘un si spiega miha su sta roba e in sovrappiù aggiunge  Chi ha sbagliato pagherà fino all’ultimo centesimo comunque si chiami. Così: Medjugorje ha cambiato nome.  La Madonnina ha cambiato nome, Firenze ha cambiato nome, Paolo Brosio ha cambiato nome. (Pagano tutti gli altri.)

IrRenzi sr è alle testate nel mall, tant’è che a Sanremo, in c.so Matteotti nei pressi di alcuni esercizi commerciali, sventola il tricolore. E tanto si dispera che il figliuolo bischero gli mette giù un Noi ci fidiamo delle istituzioni italiane. E per rendere verosimile ‘sta roba lo porta al Cara di Mineo. In codesto loco un gruppo di ghanesi che hanno appena finito di allenarsi al tiro col k47, gli intona Mineo o Cara noi lasceremo, la vita uniti trascorreremo.

Dentro tutta ‘sta pappa al pomidoro pure il bischero redattore ‘un sa più che pesci pigliare. Andrà a sciacquarsi i panni Gucci in Arno. Oppure resterà nel blog piccino picciò a narrarti, o MichelAnto, le disavventure sue e de’ suoi sodali, e de’ suoi nemichi, e de tu’soreta?

Vassapere! Intanto si ringrazia Marco Lillo e il suo Di Padre in Figlio, da dove éscan alcune delle notiziole. E anche il sito Ansa per averle rese facili da reperire ai redattori fava come il sottoscritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*