Trump a Sanremo

Trump a Sanremo

(e poi non ne rimase nessuno, solo Ardoino)

 

Il redattore nel suo piccolo è riuscito laddove molti han fallito e falliranno: intervistare il Presidente degli Stati Uniti d’America Donald Duck …, pardon: Trump. L’ormai famoso caffè di c.so Matteotti in Sanremo ha ospitato l’evento, sicché un folto gruppo di sanremaschi ha potuto seguire in diretta il cordiale colloquio tra i due. Colloquio che riportiamo qui nella sua totalità, compreso anche qualche intervento fuori luogo fuori tempo e fuori di testa.

R: Bentrovato mr. President Trump, lei è appena sceso dall’auto quindi ha visto poco di Sanremo, ma da una primissima impressione cosa ne pensa?

Trump: Nocita go home.

R: Terremo presente, forse. Dunque mr. President lei ha incontrato il Papa …

Trump: Ok the papa, the papa is ok, the papa is uguale a mio zio Natale, gemello di Pasquale, insieme fanno the Papa, and si Pasquale is bassa anche un ponte very very long così i turineis son contenti di venire a menare the ciolla in Sanremo. As usual.

R: Mr. President lei è sempre schietto nelle sue affermazioni. Mi dica, le interessa investire in città, proporre collaborazioni con altre cittadine americane, tipo Las Vegas?

Trump: Noi not avere madame Turismo al Turismo perciò noi essere Stati Uniti. Voi invece stati ancori separati, e se tant mi da tant the man Whityesterday ve lo aribeccate for others faiv iar.

R: Perdoni mr. President, chi è ‘sto tale Whityesterday?

Trump: Your major, Biancheri. Whityesterday is name in english. I spik inglish, ok? You spik sanremasc, ok?

R: Ok, mr. President. Senta …

In quel momento parecchio rumore si propaga dall’esterno all’interno del locale: alcuni esponenti dell’entusiasta ed operosa gioventù locale desiderano stringere la mano a Trump. Il quale li esorta ad entrare.

Trump: Wellwellwell, i’am Donald, voi come vi chiamate? Bacicin, Giuanin, Bertumelin, Giuà, Chechin, Cicin … come?

E la gioventù sanremasca prontamente replica.

Io sono Samir, lui Tarik, e loro: Larbi, Mohammed, Younes, Kamal e Gueye. Fumo? Vuoi fumo?

Trump: Good boys! Sanremasc spiritosi! Sempre fumo offrono eh mai arrosto, bravi! Like good politic you are Il Grande, come Muhammad Il (più) Grande! E voi volere armi? Bomba atomica bomba Maradona? Arabia Saudita ieri venduto much bomb Maradona e much raudi per 31 dicembre!

I ragazzi declinano l’offerta per motivi non meglio accertati e si dileguano perché il tizio non dà loro molta fiducia, così alla prima impressione. Il solerte redattore prosegue con le sue domande.

R: Mr. President, la first lady signora Melania come mai non è presente?

Trump: E second you, redattor dei miei boots, i port mia mogl in un post com quest? Ma l’hai vist ben Sanremo o credi a quello che dice L’Eco della Riviera?

R: Mr. Trump L’Eco della Riviera non lo stampano più da anni. L’hanno stampato fino al…

Trump: Al wall, al muro? Stampato nel muro? Well stamp nel wall! Now alzo il cùl da questa città de la rumenta …ma perché non l’avete chiamata Sanremo? Sanremo è più bello di città de la rumenta, sembra Mechico.

Mr. President Trump, nell’atto di alzarsi, incuriosisce il redattore.

Trump: Listen Editor, ma  qui into the bar sembra di stare in Comune, questo bar  si chiama Bellevù?

R: Veramente, mr. President, non si chiama Bellevù, però le decisioni importanti si prendono qui, tipo il saloon di Joe Faina nell’oldold west. Uguale.

Trump: Fare mezzogiorni di fuoco?

R: No, fare politica da chiavare in faccia a chittemuort, mr. President! E nel frattempo il pingue sanremasco si distingue e si estingue. Thank you mr. Happy birhthday mr. President, look at impeachment mr. President, and look at that gnocca of Melania che te la fottono di sotto al parrucchino mentre te ti lukki le meches!

Ci sarebbe altro da dire, compresi alcuni segreti di Stato come il progetto per il Porto Vecchio, quello che vedranno i robot perché, in quel tempo, gli umani saranno estinti e  sostituiti dalle macchine. Anche i muslim anche i salvin, tutti robot. Meno il sindaco di Taggia, Ardoino. Ardoino lo metteranno in carpione per conservarlo così com’è.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*